Salute

Gruppo Solidarietà Africa

Ebola, malaria, AIDS,... il lavoro del dottor Giampaolo Viganò non si ferma al ‘territorio’. Anzi. La sua competenza verso la cura delle malattie infettive e la sua capacità di coinvolgere colleghi e conoscenti lo ha portato, dal 1981 in poi, ad attivarsi in prima persona per la cura delle popolazioni povere dell’Africa, spingendo tanti operatori (anche dagli Ospedali di zona) a provare l’esperienza di aiuto e missione.

Legnano: malattie infettive sotto controllo

Un’esperienza maturata nel tempo (quando non c’erano molti farmaci) e sul campo (anche in Africa a sostegno degli ‘ultimi’). Il reparto di ‘malattie infettive’ dell’Ospedale di Legnano è ormai un’eccellenza conosciuta ed apprezzata per l’importante lavoro svolto dal primario Giampaolo Viganò e dal suo staff (4 medici; 12 infermieri e 8 operatori per il reparto, 3 infermieri e un operatore per l’ambulatorio di Macroattività Ambulatoriale Complessa). Il reparto è tutto ‘isolabile’ e ha sei stanze dedicate con ricambio d’aria 12 volte l’ora, oltre a sistemi di pressione negativa e positiva.

Lezioni di Tai Chi

Lo scorso weekend a Milano, presso Parco Sempione, si è svolto l’annuale appuntamento con il Tai Chi Day (evento svolto in più di sesanta stati al mondo l’ultimo sabato di aprile), che ha permesso ai curiosi presenti nel parco di avvicinarsi alla disciplina marziale.

112: i successi del 'Numero Unico di Emergenza'

Un solo numero, molti servizi, più rapidità ed efficacia. Tutto semplice, anzi no. Perchè, per l’adozione del Numero Unico per l’Emergenza, l’Italia è il fanalino di coda di tutta Europa. In tutti gli Stati Membri, infatti, l’uso del numero 112 era già raccomandato nel 1976 dal CEPT, mentre la decisione di istituire definitivamente un numero unico per tutta l’UE risale al 1991. Nel 2008, solo il 22% della popolazione europea sapeva del largo utilizzo in Europa del numero unico di emergenza.

L'Arte della 'sicurezza'

Come migliorare la sicurezza degli operatori sanitari dei quattro Ospedali dell’Asst Ovest Milanese, che manovrano dispositivi taglienti e pungenti, quali ad esempio aghi e bisturi? Da queste domande è nato il progetto della Fondazione dei quattro Ospedali onlus insieme al Servizio Prevenzione e Protezione dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Ovest Milanese. La risposta: “realizzando una campagna grafica di sensibilizzazione”.

'Nel respiro del vento..'

Nel respiro del vento una foglia”... poesia ed immagini, per riflettere. Il libro illustrato scritto dalla dottoressa Cinzia Chiesa (psicologa, psicoterapeuta) insieme alla dottoressa Lorena Vergani (Responsabile del Servizio di Psicologia Clinica del Dipartimento di Salute Mentale - ASST Ovest Milanese) è stato presentato negli scorsi giorni a Legnano.

Giornata dell'Infermiere 2016

Il 12 maggio 2016 mattina si terrà un Convegno rivolto agli Infermieri presso la Famiglia Legnanese a Legnano, dal titolo “Storie di continuità assistenziale: luoghi diversi, unico processo”. Il tema scelto quest’anno, affrontato attraverso il racconto di “storie” emblematiche e rappresentative, è la continuità assistenziale come processo dove, individuati i bisogni della persona, viene prestata assistenza continuativa da un livello di cura ad un altro sia esso domicilio, ospedale o altra realtà.

Intervista a Massimo Lombardo

Ad aprile saranno otto anni che lavora presso gli Ospedali dell’Azienda.  A poco più di un mese dalla nomina a Direttore Generale, Massimo Lombardo ci racconta in un’intervista esclusiva le prime impressioni: “Sono onorato della nomina della Giunta Regionale - ci dice - quando sono rientrato nell’elenco dei selezionati non nascondo che un po’ speravo in un incarico, ma mai avrai pensato di rimanere qui”.

Poca pioggia e aria sporca

Livelli di smog alle stelle in molte città a causa dell’andamento climatico con un mese di gennaio in cui è caduta circa il 60% di acqua in meno dopo un dicembre che è stato il più secco da 215 anni quando sono iniziate le rilevazioni e un novembre con piogge praticamente dimezzate. E’ l’allarme lanciato dalla Coldiretti che sottolinea come l’assenza di precipitazioni provochi l’aumento impurità nell’aria in molte città, da Napoli a Roma fino a Milano, ma anche una storica siccità con fiumi e laghi a secco che fanno temere per la disponibilità idrica.

Alimentazione Oncologica

Dottor Lorenzo Maffioli, Direttore Dipo (Dipartimento Interaziendale Provinciale Oncologico) XI. Direttore della Medicina Nucleare dell’Ospedale di Legnano

Le recenti pubblicazioni dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) hanno riportato alla ribalta l’importanza di una sana alimentazione. E’ ormai chiaro a tutti che una corretta dieta, associata ad un corretto stile di vita, riduce il rischio di molte patologie sia in ambito cardiovascolare che in quello oncologico.

Pagine