Alimentazione

Dopo la cioccolata... lo sport!

Dopo tanta cioccolata… si smaltisce con lo sport! 5 mila euro di attrezzatture sportive per l’Istituto Omnicomprensivo Europeo di Arconate e Buscate; la somma ottenuta con la vittoria al concorso Progetto Scuola Expo 2015 è stata impegnata per il bene collettivo di tutti gli studenti, piccoli e grandi. L’Istituto aveva infatti partecipato al concorso e vinto il 1° premio nella Provincia di Milano e 2° premio nella Regione Lombardia con il progetto ‘Un EXPressO di cultura’.

"Impariamo a mangiare"

Promuovere una corretta alimentazione e stili di vita salutari, in modo semplice e divertente. È in corso il programma di educazione alimentare per i bimbi delle scuole primarie di Arconate. L’iniziativa è del Comune in collaborazione con Gemeaz Elior, azienda del Gruppo Elior, numero uno della Ristorazione Collettiva in Italia.

Arianna... a 'lezione' dagli chef

Un sogno... portato avanti con caparbietà, coraggio e grande intraprendenza. “Ho iniziato il mio percorso ad Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana di Colorno (PR), il 1° settembre con l’iscrizione al corso tecniche di base di cucina italiana approfondendo cura e rispetto nel trattare le materie prime, ortaggi, pesce e carne. Un esame, sia pratico che teorico, ha gratificato il mio impegno con l’ammissione al corso superiore di cucina italiana.

Qualità e tradizioni in... tavola

Quando le tradizioni culinarie si incontrano e si fondono con armonia, nascono occasioni di degustazione sempre piacevoli e nuove. Benvenuti a L’Oro del Ticino di Cuggiono nella centralissima piazza San Giorgio. La piccola entrata, tipica dei palazzi d’epoca, nasconde un interno ampio, luminoso, accogliente. I soffitti alti con le travi a vista, le pareti originali che affiorano a tratti dall’intonaco, i finestroni, le grandi immagini fotografiche, raccontano di un locale che ha radici antiche, settecentesche.

Un vino per ogni occasione e per tutti i gusti

Il vino aggiunge un sorriso all’amicizia ed una scintilla all’amore.” Questa celebre frase di Edmondo de Amicis è punto fermo per Diego Torti, novarese, musicista, autore ed appassionato ‘cantiniere’ di Limunat a Turbigo, che ci regala alcune preziosi consigli su abbinamenti e scelta dei vini. “Il vino è come la musica, è un’arte. Il vino, così come la musica, rappresenta il raggiungimento dell’armonia sensoriale. E’ per questo che tanti musicisti, dopo aver apprezzato le virtù del vino, si dedicano alla sua produzione.” Ma passiamo ai consigli e prendiamo in mano le bottiglie.

Tre giorni di 'Cibus' a Parma

Giunti alla 'maggior età', il Cibus con sede a Parma è pronto a mettersi nuovamente in vetrina. Nel 2014 si è guadagnato un titolo prestigioso, quello “dell’evento di riferimento dell’agricoltura italiana”, edizione che ha contato fino a sessantaquattro mila visitatori, di cui circa il 20% provenienti da oltre cinquanta paesi esteri. Il prossimo appuntamento promette di confermarsi e, perchè no, superarsi con tutti i 'pollici su'.

'Fai la cosa giusta 2016'

Dal 18 al 20 marzo 2016 prenderà il via la tredicesima edizione di ‘Fa’ la cosa giusta!’, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, organizzata da Terre di mezzo nel centrale quartiere fieristico di fieramilanocity. ‘Fa’ la cosa giusta!’ 2016 sarà luogo di incontro, scambio e condivisione. Ospiterà stand, laboratori, spazi verdi, ristoranti, spettacoli e incontri.

Il risotto per la Giobia

Come i bustocchi ben sanno, il rogo ha la funzione di liberare la città dai guai del passato, oltre a quella di bruciare l’inverno e di allontanare il buio, come nei più antichi riti popolari che propiziavano la rinascita della natura. In genere le famiglie erano solite sottolineare la festa del “dì scenèn” con una robusta cena a base di uno dei piatti tradizionali della cucina bustocca, il risotu cunt’ a lüganiga. La leggenda dice infatti che le donne che temevano il giudizio della Giöbia e volevano ingraziarsela, la prendevano per la gola preparando il risotto di cui era ghiottissima.

Cinghialata in oratorio...

Polenta e cinghiale nel piatto fumante, mentre fuori imperversa un'aria gelida: cosa volere di più? In oratorio a Bernate si è rinnovata la tradizione della 'Cinghialata'; tanti i volontari impegnati per rendere unico il pranzo a più di 200 commensali riuniti nei locali dell'oratorio di Bernate Ticino. Sono state inoltre preparate anche le porzioni da asporto che tante famiglie si sono portate a casa. Il pranzo si è svolto domenica 17 gennaio, in occasione di sant'Antonio; in serata anche l'accensione del falò con frittelle e vin brulè per tutti.

"Un successo nel segno dell'agricoltura"

Domenica, ad Inveruno, si è assistito ad una autentica invasione. Cittadini da tutti i paesi limitrofi, ma anche da Busto Arsizio, Rho e Milano sono accorsi per visitare la 408^ Fiera di San Martino di Inveruno. Un appuntamento nel segno della tradizione che, per tre giorni ogni anno, riporta tutti alle nostre origini contadine.

Pagine